martedì 27 maggio 2008

«I mezzi capaci di riportare la più facile vittoria sulla ragione sono il terrore e la forza» (Adolf Hitler)

Di Marcella Militello

Scandalo
a "La Sapienza" di Roma, quando una trentina di studenti e altrettanti docenti "pacificamente" hanno manifestato il loro dissenzo alla presenza del Papa all'innaugurazione dell'a.a. Scandalo!!! Camionette di polizia chiamate per proteggere la città universitaria da una trenitana di studenti muniti di striscioni e megafoni. Scandalo!!! Adesso invece non ci scandalizziamo più! Viene impedito ad un certo Roberto Fiore (a riguardo, vi invito ad un approfondimento su questo delinquente) di partecipare ad una conferenza sulle "foibe" che si doveva tenere a La Sapienza, poi annullata. Giovani militanti di Forza Nuova decidono allora di attaccare dei manifesti davanti la Facoltà di Lettere e Filosofia. Fin qui tutto democratico. "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione" Art. 21 della Costituzione Italiana.
Il problema sorge quando altri studenti antifascisti decidono di attacare dei loro manifesti. I giovani di Forza Nuova anzicché "discutere", avviare un dibattito o continuare l'affissione dei loro manifesti, chiamano a rapporto altri militanti che arrivano con una camionetta armati di spranghe e coltelli pronti a spaccare teste. Il risultato...le corse in ospedale! Non voglio perder tempo a chiedermi il perchè questi fenomeni siano in aumento, il perchè la POLIZIA consenta ancora che si verifichino retate (visto che uno dei ragazzi fermati, un certo Martin Avaro, è già stato attore di varie violenze in giro per Roma,,,) ...do tutta la colpa all'intera società, alla perditadi valori e all'ignoranza dilagante. Ma adesso voglio fare una domanda a color che conosco che si reputano "fascisti", "neo-fascisti", "nazionalsocialisti", ecc... a coloro che simpatizzano per Forza Nuova chiedo: quali sono questi valori di F.N. in cui vi rispecchiate? Quali sono i principi di base? Qual'è la vostra visione dei "diritti" e dei "doveri"? Sono "diritti" solo quelli di cui VOI godete? Sono "doveri" solo quelli degli altri? Che cos'è per voi la violenza? Un'arma da usare a proprio piacere quando non si può usare il cervello? Che cos'è per voi la vita? La vostra? Perchè reputate più importante la vita di un embrione che quella di un uomo? Che cos'è per voi il fascismo? Che cos'è per voi la costituzione? Cos'è per voi la coscienza? Cos'è per voi la libertà?
In attesa delle vostre risposte, vi ricordo un po' la nostra bellissima Costituzione nella speranza che prima o poi andiate a leggerla non per sputarci sopra!
Art. 49.
Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.
DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI, XII
È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista.
Democraticamente e Pacificamente (non si sa mai mi vengono a pestare!)

1 commento:

Andrea Trapani ha detto...

Marcy, il clima è cambiato anche qua. In piazza verdi ieri la polizia (che fino a due mesi fa non c'era-c'erano solo i carabinieri-)ha schedato una ventina di studenti perchè bevevano birra e suonavano la chitarra! Un poliziotto ha detto esplicitamente che "é cambiato governo e hanno ricevuto l'ordine di disgregare piazza verdi".Poi si sono spostati a Santo Stefano a tentare di fare lo stesso. Immaginati come rompono i coglioni agli immigrati...
Andrea Trapani