lunedì 25 agosto 2008

Autodenuncia..

-AL SIGNOR PRESIDENTE
PRIMA SEZIONE CIVILE TRIBUNALE
VIA GIOVANNI VERGA 18
CATANIA
-AGLI ORGANI DI STAMPA
LETTERA APERTA

Gaetano Alessi, 32 anni di Raffadali, giornalista "operaio". Si forma nella Fgci. Dal 93 al 2002 nel Prc. Riveste la carica di Segretario comunista di Raffadali e, dal 99 al 01,di Responsabile provinciale all’organizzazione. Primo dei non eletti nelle comunali del 98 e 02 raggiunge con il PRC a Raffadali il 18% nelle regionali del 2001. Dal '02 al '06 collaboratore parlamentare. Nel '03 è tra i leader della battaglia contro il piano dei rifiuti che sfocia con l’occupazione dei municipi di Aragona e Casteltermini. Nel 2005, al culmine di una battaglia durata 6 anni, ottiene, insieme ad un comitato dei cittadini, la prima vittoria di un comune in Italia contro h3g impedendo l'installazione di ripetitori telefonici nel centro abitato salvaguardando la salute dei cittadini. Fondatore dell’ANPI (AG), e dell' Arci di Raffadali, dal 2003 capo redattore del mensile “Ad Est” e collaboratore di altre testate della Sicilia.
Coniuga oltre all'attività giornalistica anche una forte attivismo antimafia (diverse Carovane Antimafia con Luigi Ciotti all'attivo) e antifascista (che lo porterà numerose volte ad essere intimidito). Attivo in campo teatrale (4 rassegne nazionali vinte) che nel campo sportivo (Portiere imbattuto ai mondiali antirazzisti) e amante della lettura e della poesia.
Nel '07 giuda la "Casa a Sinistra" di Raffadali nello scontro politico contro la "famiglia" Cuffaro.
Editorialista di www.articolo21.info. www.ideeradio.it - Redattore di Kilombo e LiberaInformazione. Autore su PuntoRadio Bologna di"Ora D'Aria" con Angelo Leggeri e Angela Cristelli - Autore e Editorialista del Diario in Festa e Iride Radio alla Festa Nazionale de L'Unità Bologna 2007.

Quanto riportato sopra descrive abilmente la figura di un sovversivo ed eversivo.La lotta alla mafia, alle multinazionale, ai politici corrotti, è, nell'Italia di oggi, una colpa senza giustificazioni. Ad Est, nel rispetto dell' "aria" di neo fascismo e nella migliore tradizione della ghestapo imperante in Italia, denuncia il suo caporedattore.
Sperando che "l'illuminato" Tribunale di Catania utilizzi su di lui lo stesso metro utilizzato per il ragazzo catanese (tolto alla madre perchè iscritto ai "pericolosissimi" giovani comunisti).
Non sia mai che una volta avuto un bambino l'Alessi - da vetero comunista -non se lo mangi!!!!!!!!!!!!!

2 commenti:

Κοπρεύς ha detto...

Gaeta' io proporrei la castrazione "fisica" per tutti i comunisti. Diamo un taglio definitivo a questo problema!

Anonimo ha detto...

Gaetano vorrei saperne di più sulla vicenda delal sottrazione dei figli. puoi scrivermi e magari mandarmi i tuoi recapiti telefonici a walter_tc@hotmail.com
grazie
Walter Rizzo