sabato 6 ottobre 2012

Caos abbonamenti: Di Benedetto scrive ai ragazzi di Raffadali

Cari ragazzi,
premetto che non abbiamo interesse alcuno a penalizzare nè le famiglie, né gli studenti nè il loro diritto sacrosanto allo studio. Se qualcuno ritenesse il contrario dovrebbe almeno spiegarci le ragioni di tale maldestra e stupida nostra eventuale posizione. Comprendo che il momento elettorale possa spingere taluni a travisare atti e fatti, ma so di rivolgermi a ragazzi intelligenti 
che sanno capire utilizzando le proprie capacità ed il proprio cervello.
Ciò detto, occorre sapere che stiamo amministrando solo da pochi mesi e ci troviamo a fare i conti con il bilancio che abbiamo ereditato, il nuovo bilancio l'avremo solo a fine ottobre, nelle more si può operare solo utilizzando i dodicesimi maturati rispetto ai capitoli del bilancio precedente (2011), ad aprile 4/12 ad agosto 8/12 ecc. La precedente Amm. aveva previsto nel bilancio 2011 350.000 euro per gli abbonamenti, somma assolutamente insufficiente e completamente esaurita. Cioè i soldi previsti nel bilancio 2011 sono già stati interamente utilizzati nell’esercizio in dodicesimi del 2012, per tale ragione non possiamo neanche utilizzare le quote di dodicesimi. Va precisato che non è possibile utilizzare somme di altri capitoli, viabilità, cultura, mensa, solidarietà ecc. per pagare gli abbonamenti. PER RESPONSABILITA' NON NOSTRE SIAMO IMPOSSIBILITATI A FARE ALCUNCHE'.
Quale soluzione abbiamo trovato? L'unica possibile, chiedere di anticipare il costo dell'abbonamento che sarà rimborsato a dicembre (NON FRA UN ANNO COME DICE AGRIGENTO NOTIZIE), nel frattempo con altro capitolo di bilancio abbiamo provveduto a rimborsare quanto anticipato dalle famiglie nel 2010 e 2011, (2 anni di attesa), nelle more della riscossione del rimborso ( importi dai 40 ai 60 euro) abbiamo concordato con le ditte che forniranno un abbonamento settimanale, fino a lunedì, (non pagato) da computare successivamente. Le ditte hanno chiesto a coloro che non avevano ritirato l’abbonamento gratuito il pagamento del biglietto, non si può viaggiare senza un titolo, il cui costo verrà scomputato dall’abbonamento, quindi immediatamente rimborsato. Se fosse stato possibile non vi pare che avremmo pagato direttamente gli abbonamenti facendo il rimborso 2010-2011 successivamente (dicembre)?
Spero di essere stato chiaro ed esaustivo, vi chiedo anticipatamente scusa se non avrò tempo di rispondere tempestivamente ad ulteriori richieste di chiarimenti.
Credetemi nonostante il disastroso bilancio ereditato, debiti per milioni di euro che illustreremo in altra sede, faremo di tutto per assicurare risorse per la cultura e per la crescita dei nostri giovani, non abbiamo altri interessi se non il bene comune.
Un caro saluto Giacomo.

Nessun commento: